il blog di iteam5.net

31.1.05

Servizi elettronici per il piano TEN

Il Programma eTEN ha la base legale nel piano d'azione Trans-European Networks (TEN), stabilito dall'Unione Europea e dai governi degli stati membri per rimuovere le barriere alla libera circolazione di persone, merci e servizi attraverso l'Europa nella realizzazione del mercato comune. Promuove lo sviluppo di servizi elettronici basati su reti di telecomunicazioni (e.services) con una dimensione transeuropea. È fortemente focalizzato sui servizi di interesse pubblico, particolarmente nelle aree in cui l'Europa ha un vantaggio competitivo, che danno ad ogni cittadino, impresa ed amministrazione, piena opportunità di fruire della e-Society, superando la discriminazione digitale che minaccia di creare delle classi sfavorite nell'informatizzazione.
La pubblicazione del prossimo bando, per cui si stima un finanziamento di circa 45 milioni di Euro, è prevista per il 10 febbraio 2005, mentre una giornata informativa per l'illustrazione dei temi del bando è prevista a Roma il 18 febbraio 2005 presso l'Aula Magna del Ministero delle Comunicazioni, viale Europa 190.
Alla giornata sono in programma interventi di rappresentanti della Commissione Europea, dell'ISCTI e del Punto di Contatto Nazionale. Nella seconda parte della giornata, è prevista una sessione di circa 15 incontri bilaterali con i rappresentanti la Commissione ed il delegato nazionale.

Denunce online

Parte da Padova, Roma e Avellino il nuovo servizio sperimentale della Polizia di Stato e dell’Arma dei Carabinieri. Per fare una denuncia di furto o smarrimento da oggi niente file: sarà sufficiente collegarsi a Internet, compilare il modulo e inoltrarla. La denuncia va poi formalizzata nelle 48 ore successive in un ufficio di polizia delle tre città campione. Con un risparmio di tempo e di burocrazia per tutti.
Dal 29 gennaio 2005 è possibile denunciare esclusivamente i reati di furto o smarrimento da un qualsiasi computer collegato a Internet, casa, ufficio, Internet point, anche dall'estero quindi.
La denuncia andrà poi formalizzata col numero di potocollo rilasciato dal sistema in un ufficio delle tre città abilitate.
Denuncia vi@ web della Polizia di Stato

28.1.05

La Città a 1 Metro 2005

Planetek Italia realizzera' il seminario itinerante e gratuito "La Citta' a 1 Metro", a Catania l'11 febbraio 2005 (dalle ore 9,00 alle 13,00, presso l'Aula Sud, Dip. Biologia Animale, Universita' di Catania), su come usare le immagini satellitari ad alta risoluzione Ikonos, e sfruttarne cosi' al massimo l'alto contenuto informativo nelle applicazioni a supporto della gestione del territorio.
Altre tappe del seminario in preparazione per il 2005: Roma, Torino e Napoli.

27.1.05

Guide tecniche Microsoft

Microsoft offre una serie di guide che spiegano come sviluppare, operare, gestire e supportare le soluzioni costruite con tecnologia Microsoft:
- Guide alla creazione di script per l'amministrazione del sistema
- Guida al deployment di Active Directory
- Guida operativa alla gestione della capacità
- Guida operativa alla gestione della configurazione
- Guida operativa alla gestione finanziaria
- Gestione di patch mediante Microsoft Software Update Services (SUS) - Guida all'architettura
- Guida operativa sulla sicurezza per Exchange 2000 Server
- Guida Operativa sulla sicurezza per Windows 2000 Server
- Gestione di patch mediante Microsoft Software Update Services - Guida alle soluzioni
- Gestione di patch mediante Microsoft Systems Management Server (SMS) - Guida all'architettura

25.1.05

Google Video (Beta)

Il servizio Google Video è online; inserita una chiave di ricerca il motore restituisce i contenuti testuali rilasciati da alcune stazioni televisive, arricchiti da alcuni snapshots.
Alcune parole chiave come "title" e "channel", permettono di restringere il raggio di azione della ricerca al titolo del programma o alla rete televisiva emittente.
Molti utenti si chiedono: "Posso vedere i filmati che trovo?", Google risponde stay tuned...

Velocipedi equestri, primo su Google

Da quest'estate ho un foglietto nella borsa, un ritaglio del Venerdì di Repubblica che racconta di un concorso senza premi; quello di "Primo su Google", indirizzato a tutti i creatori di pagine web: vince (niente) chi si trova al primo posto su Google, alle ore 12 del 31 gennaio 2005, con le parole chiave Velocipedi equestri.
Una sfida che ha fatto arricciare il naso ai professionisti più esperti, che sin dai primi giorni l'hanno bollata come esperimento per spammer ed esperti di bombing, del tutto fuorviante per i clienti dei maghi del posizionamento.
Attualmente Google ordina i risultati per PageRank, dando la priorità alle pagine recenti; ai primi posti generalmete troviamo novità pubblicate da siti "importanti". Altri fattori di rilievo possono essere:
- essere presenti su DMOZ, e di conseguenza in centinaia di siti di qualità;
- avere un buon bilanciamento tra link entranti ed uscenti;
- entrare in Google News (in Italia i siti sono soltanto 250, da notare che non tutte le news entrano sul sistema..);
- scrivere su un blog, per trarre vantaggio dai trackback (e perchè è meglio leggere chi ha la passione di scrivere; ma vedi anche la polemica sui nofollow);
- avere della pubblicità (non migliora il posizionamento, ma contribuisce ad una celere indicizzazione);
- inserire informazioni che contengano determinate parole chiave nel tag title, nel nome del file, nel titolo della notizia e diverse volte nel contenuto (per incrementare la cosiddetta keyword density);
- avere un pochino di fortuna...

E' stato divertente osservare, in tutti questi mesi, le tecniche adottate dai SEO italiani: chi ha fatto spamming puro, chi ha creato centinaia di pagine gateway, chi si è fatto registrare in maniera dubbia su DMOZ, chi si è fatto linkare da un PageRank 7, chi non si è iscritto al concorso per non mischiarsi con gli altri...; una vera palestra per i neofiti, che in questo modo hanno potuto studiare un caso reale in costante evoluzione... divertente per me che ho atteso sino ad oggi per scrivere questo post, infatti la formula vincente per i Velocipedi equestri potrebbe essere quella di pubblicare almeno una decina di righe, a pochi giorni dalla scadenza, sul blog di iteam5.net (presente su DMOZ, con PageRank 5 ed indicizzato da Google News), ed attendere incrociando le dita.
In effetti nella sfida d'oltreoceano ha vinto un blogger con un articoletto da trecento parole (in barba agli spammer ed ai contenuti finti); provo allora a confermare la teoria... se non primo, almeno tra i primi (1.000...?) e se avete un sito fate un link a questa pagina con la frase Velocipedi equestri!

22.1.05

Il 27 gennaio l'ABC dell'innovazione

Il 27 gennaio, con Il Sole 24 Ore, sarà allegata una guida all’innovazione per le PMI dal titolo “L’ABC dell’INNOVAZIONE”; una guida alle tecnologie e agli investimenti informatici per le PMI, con spunti di riflessione utili agli imprenditori e manager che desiderano definire un progetto di innovazione o che cercano informazioni per valutare i propri investimenti IT e per scegliere il fornitore.
Microsoft

21.1.05

Un milione di domini .it

E' un ragazzo siciliano il possessore del milionesimo dominio internet italiano. Luca Vullo, 25enne di Caltanissetta, studente del Dams di Bologna e aspirante regista cinematografico, si è aggiudicato l'indirizzo "lucavullo.it", con il quale l'Italia taglia il traguardo di un milione di domini internet nazionali.
Repubblica

Bropia: il verme del messenger

Un tipo completamente nuovo di worm sta circolando in rete da qualche tempo; Bropia infatti non è il classico worm che si attiva scarindolo da un link, ma si autodiffonde utilizzando i contatti contenuti nella rubrica di MSN Messenger, presentandosi come file da scaricare. E' presente in due versioni: la prima, la più innocua si limita a disabilitare la funzionalità del tasto destro del mouse, la seconda e più pericolsa, chiamata Rbot, apre una porta che potrebbe essere utilizzata in maniera malevola.

20.1.05

Qualcuno riesce a vendicarsi ...

Non so da quanto tempo esista 419 Eater, ma mi sembra un'ottima iniziativa, una volta tanto anche divertente ...
Chiunque avrà senz'altro ricevuto tentativi di truffa da parte di scammers sparsi un po' ovunque.
La truffa del 419, a cui è dedicato principalmente il sito, è quella in cui si viene coinvolti in un affare di trasferimento fondi nascosti in Nigeria.
Il sito racconta come i potenziali truffati sono riusciti anche a capovolgere i ruoli e a truffare i truffatori!
Vi assicuro che le storie sono esilaranti!
Bisognerebbe inventarsi qualcosa per tutti quelli che mettono in giro le false catene (i cellulari donati, i bambini dispersi, ecc.). Date un'occhiata a Zeus News.

19.1.05

Concorso di creatività grafica per le FFSS

Vi ricordate le FFSS? Le gloriose Ferrovie dello Stato? beh compiono 100 anni!
È per questo che il Ministero delle Comunicazioni e il Gruppo Ferrovie dello Stato, di cui fa parte la moderna Trenitalia, promuovono un concorso a cui tutti possono partecipare (unico requisito è aver compiuto 16 anni), per la realizzazione del bozzetto per il francobollo commemorativo dell’evento.
Informazioni e bando

In Europa gli sviluppatori preferiscono l'Open Source

Questo è quanto si evince da un sondaggio realizzato da BEA Systems, su un campione di mille sviluppatori scelti tra tutti gli stati UE. Il 60% degli intervistati ha dichiarato che nel 2005 si dedicherà principalmente allo sviluppo di progetti Open Source. Sicuramente una percentuale rilevante, sopratutto rispetto a qualche anno fa, sebbene esista ancora qualche perplessità legata alla minore possibilità di supporto e di servizi (come ad esempio, un regolare servizio di aggiornamento) che causa qualche difficoltà nella fase di definzione del "Total Cost Ownership (TCO). Il 68% di coloro che non si occuperanno di sviluppo di progetti Open, preferendo invece i prodotti commerciali si sente più avvantaggiato da un mercato consolidato e da servizi più puntuali ed efficienti; Il 42% invece reputa le licenze libere ancora inaffidabili.
Jim Rivera, direttore della Tecnologia in BEA afferma che " gli sviluppatori sono poco convinti del livello di supporto e di affidabilità associati al software aperto. E come risultato vediamo che i clienti si rivolgono ancora ai sistemi proprietari per tecnologie più avanzate e complesse utilizzate per lo sviluppo della loro produzione". Fermo restando che la maggioranza degli sviluppatori comunque svilupperà in Open Source, i risultati del sondaggio rappresentano una chiara indicazione per le società che si occupano di Open Source.

17.1.05

Un consorzio per evitare i brevetti su Linux

IBM, OSDL e Intel , secondo indiscrezioni, starebbero formando un consorzio con lo scopo di creare un gruppo di lavoro formato da tecnici e consulenti legali, in grado di riscrivere quella parte del codice sorgente di Linux protetto da brevetto; potenzialmente il codice completo violerebbe 280 proprietà intellettuali, in gran parte di Sun ma anche Microsoft (27 brevetti).
Sempre secondo indiscrezioni l'operazione verrà annunciata il 25 di questo mese. I tre interessati per ora smentiscono la volontà di creare un consorzio, limitandosi a dire che da tempo si lavora per modificare le parti protette da brevetto.

Internet e carte di credito: ecco la truffa!

La Polizia Postale di Catania ha effettuato 5 arresti su una quarantina di coinvolti in un'operazione di clonazione dei codici di carte di credito a danno di banche e società finanziarie.
Segnaliamo quindi il successo dell'intelligence informatica per tranquillizzare un accorto utilizzo delle carte di credito e delle transazioni online.
Approfondimenti sulle principali frodi conosciute (skimmer, trashing, sniffing e boxing) e consigli sul sito della Polizia Postale Informatica.
I consigli di CartaSi si trovano su quest'altro intervento.

14.1.05

Utilizzo delle carte di credito su Internet

La notizia dell'arresto del benzinaio di Roma che per tre mesi ha truffato centinaia di clienti per circa un milione di Euro, clonando le carte di credito con un kit "tascabile", lo "skimmer", rischia di aumentare la diffidenza verso questo metodo di pagamento così diffuso in tutto il mondo.
Marco Cordellari, responsabile CartaSi per la prevenzione frodi, intervistato alla radio, consiglia di non perdere mai di vista la carta di credito consegnata all'esercente per il pagamento ... Già, ma allora lo stesso Ente sconsiglierebbe l'utilizzo delle carte di credito per le transazioni online? No, viene semplicemente consigliato di fidarsi di "negozi" virtuali che ci ispirano fiducia, proprio come faremmo nella vita reale.
Il vademecum di CartaSi contro le truffe

13.1.05

Macromedia Web Classes 2005

Macromedia Italia propone i Web Classes 2005, un calendario di seminari tecnici onLine in modalità "Live", dove potrete apprendere le tecniche di utilizzo degli strumenti Macromedia.
Verrà utilizzata la piattaforma Macromedia Breeze, grazie alla quale sarà possibile interagire direttamente con il relatore.
I Web Classes, suddivisi per competenza, sono strutturati in quattro percorsi: Designer, Developer, Education ed eLearning.

11.1.05

Termina il supporto ad Ad-Aware 6

Sempre sul tema caldo degli spyware Lavasoft, la casa nordeuropea impegnata nella lotta per la privacy online, annuncia la fine del supporto al software gratuito, efficiente nel togliere le tracce che, con scopi più o meno leciti, i siti che visitiamo lasciano sul nostro computer: Data-mining, pubblicità invadente, Parasites, Scumware, Trojans tradizionali, Dialers, Malware, Browser hijackers, e ogni componente di tracking.
Questo vuol dire che bisogna effettuare l'upgrade alla versione freeware Ad-Aware SE Personal Edition che provvederà anche a disinstallare la vecchia versione.
Consiglio il plugin per avere il software in lingua italiana!

MSN sicuro
Sempre sul tema sicurezza, sullo stesso sito si può trovare l'add-on per disattivare il Windows Messenger Service. Anche se la vulnerabilità è stata da tempo scovata e superata da Microsoft, conviene disattivare il servizio (non compromettendo il funzionamento del messenger) risparmiando così una certa quantità di RAM e di CPU. Dettagli e istruzioni.

Convegno Osservatorio Permanente "ICT e PMI"

Il Convegno 31 gennaio 2005, ore 14.00, presso il Politecnico di Milano, si terrà la presentazione e discussione dei risultati della "Ricerca dell'Osservatorio Permanente sull'utilizzo strategico delle ICT nelle PMI", promosso dalla School of Management del Politecnico di Milano, in collaborazione con Hewlett Packard, Intel e Microsoft.
La Ricerca ha coinvolto oltre 500 aziende, distribuite in diverse aree geografiche, con l'intento di interpretare criticamente l'eterogeneità dei comportamenti e dei risultati relativi all'utilizzo delle ICT da parte delle PMI del nostro Paese.
Convegno Osservatorio Permanente "ICT e PMI"

8.1.05

Tutto cominciò da qui...

Navigando tra le interessanti pagine del sito "Vintage Technology" non mi sarei mai aspettato di trovare una scheda sulla mia prima calcolatrice, una "Toshiba BC-8018"; era ill 1980 e dovevo ancora fare 10 anni...

Microsoft Windows malicious software removal tool

Come segnalato sul sito Microsoft (Microsoft Announces Availability of New Solutions to Help Protect Customers Against Spyware and Viruses), a partire da martedì 11 gennaio (secondo martedì del mese), dovrebbe essere disponibile il "Microsoft Windows malicious software removal tool", strumento per la rimozione di virus e worm ad alta diffusione come Blaster, MyDoom e Download.Ject; attenzione quindi, uno strumento di rimozione non di prevenzione... dovete continuare a proteggervi con i vostri antivirus!
La nuova soluzione incorpora la tecnologia della software house rumena GeCAD acquisita da Microsoft nel 2003; il prodotto consolida in un solo strumento tutti i tool di rimozione prodotti da Microsoft ed ovviamente sarà aggiornato attraverso Windows Update, Auto Update e tramite il Microsoft Download Center.
Molto probabilmente quindi a partire dalla tarda mattinata di martedì dalla pagina "Security software: Downloads and trials" sarà disponibile il link per il download del nuovo removal tool, software che farà il poker con il neonato Microsoft Windows AntiSpyware (Beta), la Microsoft Windows XP Service Pack 2 (SP2) e la MSN Toolbar per bloccare i popup.

7.1.05

Microsoft Windows AntiSpyware (Beta)

Alla fine il tanto atteso prodotto basato su Giant è uscito...
L'appicazione, 6mb in versione beta, permette agli utenti Windows di proteggersi dagli spyware da altri software potenzialmente dannosi, individuando e rimuovendo questi fastidiosi programmini.
La community mondiale SpyNet™ svolge il ruolo fondamentale di determinare cosa è uno spyware, indicando ai ricercatori Microsoft quali mezzi sviluppare per contrastare gli effetti malevoli di queste nuove minacce alla sicurezza ed alla privacy dei nostri dati.
Il nuovo applicativo gratuito offre quattro funzionalità fondamentali:
- gli aggiornamenti automatici
- la protezione in tempo reale simile a quella dei software antivirus
- scan del computer
- gli advanced tools: System Explorers (tool di monitoraggio ed di Activex), Browser Hijack Restore (per ripristinare l'home page di IE), Tracks Eraser (eliminatore delle tracce di navigazione in Internet).
Microsoft Windows AntiSpyware (Beta) Home

4.1.05

Linee guida accessibilità (L. 4/2004)

E' stato pubblicato lo "Studio sulle linee guida recanti i requisiti tecnici e i diversi livelli per l'accessibilità e le metodologie tecniche per la verifica dell'accessibilità" (legge 4 del 2004, art. 11 comma a e b, Versione 3 - Dicembre 2004).
Il documento è stato preparato dai gruppi di lavoro I "Metodologia" e II "Regole tecniche" della Segreteria tecnico-scientifica della Commissione Interministeriale permanente per l'impiego delle ICT a favore delle categorie deboli o svantaggiate.
Il testo, disponibile nelle sue varie versioni in formato RTF propone il seguente sommario: Premessa, 1 - Introduzione, 2 - Verifica tecnica, 2.1 - Requisiti da sottoporre alla verifica tecnica, 2.2 - Metodologie per la verifica tecnica, 3 - Verifica soggettiva, 3.1 - Criteri di valutazione, 3.2 - La metodologia, 3.3 - Processo di valutazione, 3.3.1 - Analisi da parte di esperti di fattori umani, 3.3.2 - Valutazione effettuata con l'utente, 3.3.3 - Elaborazione dei dati e rapporto conclusivo, Note.
Pubbliaccesso.gov.it

3.1.05

Appalti online

iteam5.net presenta il Bollettino degli appalti della Regione Siciliana, versione online del settimanale dedicato principalmente alla pubblicazione delle Gare d'appalto, tenute in Sicilia ma non solo, contenute nella GURS con la possibilità di effettuare ricerche contestuali.
Il sito prevede una registrazione, la prima settimana è gratuita: approfittatene, potrete esplorare gratis tutte le funzionalità!