il blog di iteam5.net

7.9.05

Zimbabwe taglia il traffico telefonico

TelOne, il monopolista delle telecomunicazioni in Zimbabwe, è stato costretto a tagliare quasi tutto il traffico telefonico e internet; dietro il clamoroso gesto un debito di 18 milioni di euro nei confronti di Telkom, il gruppo telefonico sudafricano sulle cui reti gira gran parte del traffico dello Zimbabwe; il traffico residuo utilizzabile è quello fornito dalle reti canadesi, con cui lo Zimbabwe ha da tempo avviato un rapporto di collaborazione proprio per non dipendere da un unico fornitore. Dietro il gesto però si intravede l'inasprirsi delle relazioni tra i due paesi africani; il SudAfrica infatti ha da tempo intrapreso una campagna di aiuti economici in cambio di riforme politiche e sociali, che secondo Pretoria non sono state sufficientemente attuate. Lo Zimbabwe, un tempo considerato uno dei paesi africani più promettenti, con un sistema di reti telematiche tra i più efficienti del continente, da tempo ha un tasso di inflazione superiore al 45% annue. La trasformazione da presidente democratico a dittatore di Robert Mugabe, i diktat del Fondo Monetario Internazionale, da tempo strumento delle multinazionali impegnati in una lotta comune che ha come obiettivo l'annientamento e la svendita di tutte le risorse dei paesi in via di sviluppo, il forte indebitamento con i paesi occidentali, in particolare quelli del G8, hanno ridotto questo paese sul lastrico. La chiusura del credito da parte di Pretoria non può che aggravare la situazione.

0 Commenti:

Posta un commento

<< Home

Ultime notizie


hai provato la nostra toolbar?

telefonia & provider: tutte le news

cerca anche...