il blog di iteam5.net

26.4.05

Marchio d'origine obbligatorio

Sta per scadere, il 30 aprile, il sondaggio diffuso dalla Commissione Europea sull'opportunità di indicare il paese di provenienza per taluni prodotti importati nella CE.
Consumatori, produttori, dettaglianti possono partecipare online indicando la propria preferenza.
La presenza dell'indicazione made in ... ci potrebbe evitare di:

  • comprare carne che si pensa italiana invece è thailandese e ha il morbo della mucca pazza;

  • comprare medicinali con il marchio CE pensando siano europei invece sono cinesi (CE sta anche per "China Economy");

  • comprare frutta e verdura che si pensa coltivata in un agriturismo toscano invece è un prodotto OGM canadese;

  • comprare vestiti anche di marche famose che si pensano fatti in Italia (e si paga per questo uno zero in più) invece sono stati prodotti nelle Filippine da bambini di nove anni;


Un metodo di democrazia diretta, per una volta semplice da utilizzare ... chissà perché poco pubblicizzato ...

1 Commenti:

Blogger Claudio Lo Piccolo ha scritto...

A testimonianza dell'interesse dell'argomento ecco un'importante iniziativa: la Tracciabilità a 360° nel settore alimentare, convegno a Milano il 25 e 26 maggio 2005.

9/5/05 17:14

 

Posta un commento

<< Home

Ultime notizie


hai provato la nostra toolbar?

e-government: tutte le news

cerca anche...